Categorie
Attualità

La devozione alla Divina Pastora e per interesse si o no?

fare alcune precisazioni prima di un attacco ai d’immigratori di mestiere che usano i social solo per parlare e non affrontare le persone? Essere devoti alla Divina Pastora dipende dai soldi?

In questi giorni sono apparsi certe affermazioni su facebook che a mio giudizio non andavano fatte.

Devo ricordare ad alcune persone che hanno commentato che facevano anch’essi parte del comitato festa, e ce stato un periodo, in cui c’era chi voleva entrare a farne parte e non è stato lasciato.

Si come i nuovi componenti del comitato festa sono entrati per cambiare un po’ di cose, e evidente che chi a scritto certe frasi non voleva questo cambiamento ma comandare.

Forse non ci siamo resi conto che per varie ragioni la nostra gente sta andando a farsi un avvenire fuori da Piminoro?

Non ci stiamo rendendo conto forse che in questi ultimi tempi a Piminoro ce gente che non sta bene avendo problemi di salute?

E noi facciamo sho su facebook per cose da niente?

Un appello lo faccio a tutti i Piminoresi con la P maiuscola che sono fuori da Piminoro che quando non sanno veramente i fatti di non schiararsi con nessuno.

E pregare per queste persone che non stanno bene e anno solo bisogno di preghiere.

Dietro a questi fatti ci sono cose che nemmeno noi stessi che viviamo a Piminoro sappiamo e non vogliamo sapere.

Faccio notare che lo scrivente non e telecomandato da chi che sia, sono stati gli eventi a farmi scrivere ciò.

Devo anche ricordare sempre ai dimigratori di mestiere, che le persone anno nome e cognome, e che bisogna andare ad affrontare le persone e non demigrarle come si sta facendo in questi ultimi tempi su facebook.

Sappiate carissimi dimigratori di mestiere che lo scrivente come tanti Piminoresi con la P maiuscola vi segue su i social.

Detto questo, forse si potrebbe iniziare a fare chiarezza.

Prima di ciò però tengo a precisare che se non fosse per il troppo parlare su facebook, a tanto non si sarebbe arrivato.

Apriamo la questione del incanto della vara, che a questi soggetti pare sia più importante della stessa devozione alla Divina Pastora?

Dietro all’incanto non cè quello che fin da bambini ci è stato raccontato, questo sito nella pagina della storia della festa lo riporta pure.

La storia che racconta secondo alcuni che la statua era contesa tra massari e contadini non e vera.

Si deve ricordare a tanti Piminoresi che l’immagine della Divina Pastora era prima un quadro la statua arrivò negli anni 30.

E questo e negare la storia delle nostre origini?

Ci sono tanti scritti che raccontano questo forse sono altri a negare ciò facendo strumentalizzazione.

Uno di recente pubblicazione e il libro di Don Santo Rullo con il volume: Piminoro dalle serre all’aspromonte storia civile e religiosa.

Torniamo alla questione incanto che risale proprio in quegli anni.

Se cè gente che a studiato un po’ di storia, l’Italia nel 1929 è stata colpita da una crisi economica, chiamata crisi del 29.

Prima di questo periodo durante l’incanto venivano offerti patate, grano e i prodotti che i nostri antenati piantavano in quel periodo.

L’incanto a soldi arrivò in seguito appunto alla crisi del 1929.

Anche questo riportato nel volume dello stesso Don Santo Rullo: Piminoro dalle serre all’aspromonte storia civile e religiosa.

Questa è la storia.

Con ciò non intendo dire che non sono favorevole all’incanto che si potrebbe e dico potrebbe svolgere anche in diversa modalità e non come si e fatto fino al 2013.

I fatti del Luglio 2014 anno cambiato lo scenario in tutte le diocesi di Calabria e non solo della nostra diocesi dove i fatti sono accaduti.

Che poi i giornali a livello nazionale anno ingrandito la cosa e un altro discorso.

I fatti sono questi e piaccia o no sono così.

Tanti forse ignorano che nella piana di Gioia Tauro l’incanto della vara esiste solo a Piminoro?

Non e così, l’incanto oltre che essere stato vietato a Piminoro è stato vietato a Terranova che risulta una tradizione secolare più di Piminoro e in un altro paese nei dintorni di Polistena.

E ci siamo lamentati noi che ci è stato vietato?

In tanti forse non sanno che questo non è stato l’unico divieto, il divieto di fare l’incanto alle statue era stato vietato nel 1986.

Questo e tutto documentato tramite lo stesso sito della diocesi.

Ripeto che non si sta negando la nostra origine, però prima di fare certe affermazioni forse sarebbe giusto prima fermarsi un attimo e ragionare con la propria testa, informarsi del perché di certe cose.

Io dico perché si e arrivati a ciò?

Certe questioni perché non si sono affrontate?

Perché chi vuole e afferma che si nega la storia di Piminoro aggrappandosi alle tradizioni non e andato ad affrontare direttamente gli interessati?

Attenzione che questo scritto e lo ripeto esce fuori perché siamo stanchi di aprire facebook e leggere affermazioni contro persone che vogliono il bene di Piminoro.

Dimigratori cosa andate cercando?

Ci potete venire a dire cosa volete in realtà cosa fate vi nascondete dietro un dispositivo che sia computer o smartphone?

Questo anche io lo sto facendo, però riportando alcuni fatti che voi d’emigratori continuate a ignorare.

Voi vi state offendendo voi stessi e siete la minoranza.

Uso le medesime parole di voi stessi dimigratori di mestiere.

Concludo questa lunga disamina dei fatti e di alcuni perché che solo voi dimigratori conoscete.

Spero solo che a voi dimigratori questo scritto vi faccia scendere dal piedistallo e cerchiate di guardare in faccia la realtà e non continuare ad aggrapparsi sul nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.